Mindfulness

4 cose che dovremmo smettere di fare subito

  • Mangiare di fretta

Quante volte abbiamo solo 10 minuti per mangiare perché poi dobbiamo prepararci oppure correre ad un impegno? Per non parlare di quando lo facciamo tenendo il cellulare in mano.
Mangiare velocemente, non solo non è d’aiuto per la nostra digestione ma a volte, favorisce l’assunzione di una quantità maggiore di cibo.
Ultimamente si sente parlare di Mindfuleating che consiste nel mangiare lentamente, assaporando con tutti i cinque sensi. Facendo così “mangiare” diventa un vero e proprio esercizio di meditazione, che si contrappone alla cultura del fast food (cibo consumato al volo).
Inoltre secondo gli esperti, mangiare velocemente che sia a casa, al lavoro o in viaggio può aumentare il livello di ansia.

  •   Stare molto tempo sui social o con il telefono in mano

Vent’anni fa si parlava di quante ore massimo, avremmo dovuto passare davanti alla tv o al computer per non esagerare. Adesso il problema sono i cellulari che sono diventati dei pc e televisori tascabili. Lo sappiamo tutti che passare molto tempo davanti al telefonino non fa bene. Ma quanti di voi hanno sempre il cellulare vicino o in mano?

Per farci un’idea basta osservare come le persone occupano il tempo di attesa quando sono in coda o aspettano il loro turno nei luoghi pubblici. Vi accorgerete che quasi tutti avranno gli occhi fissi sui loro cellulari.
La media del tempo passata al cellulare è aumentata di gran lunga con la nascita dei social network, che hanno catturato il nostro interesse. Se siete curiosi di vedere quanto tempo passate al cellulare, basterà trovare questi dati che ci forniscono i nostri dispositivi.

Il rischio è quello di essere totalmente travolti da questa realtà “virtuale” e rimanerne vittima. Spesso questo può scatenare stati d’animo come stress, ansia e depressione.
Una delle soluzioni per contrastare quest’abitudine è quella di disattivare le notifiche, per evitare di guardare il cellulare ogni 5 minuti. Se siamo in compagnia di altre persone, possiamo benissimo riporre il cellulare e dedicarci a chi abbiamo di fronte. Mentre quando non usiamo questi dispositivi dovremmo tenerli lontani e di notte spegnerli.

  • Pensare troppo e sprecare il nostro tempo

Spesso continuiamo a pensare al passato, al come sono andate le cose, al fatto che potevano andare diversamente. Oppure siamo troppo preoccupati per il futuro che carichiamo di aspettative. Non riusciamo a viverci il momento presente. Non ascoltiamo neanche quelli che sono i nostri bisogni, perché troppo presi da quello che pensano e fanno gli altri.

Se c’è una cosa che ho imparato nella mia vita: è che fare ciò che vogliono gli altri per paura del loro giudizio non è la strada che porta verso la felicità.
Quanto tempo sprechiamo dietro a questi pensieri fino ad arrivare a mettere in dubbio quelle che sono le nostre capacità? Vivere, provare e scoprire questo è il segreto per raggiungere la felicità.

  • Passare poco tempo in mezzo alla natura o all’aria aperta

A parte quest’anno dove tutto si è fermato e dove molti hanno imparato a rallentare per forza di causa maggiore.
La nostra vita è una perenna corsa, tra ufficio, università, amici, sport, commissioni e casa.
Se non avete motivi quotidiani, per trascorrere del tempo in mezzo alla natura o al parco in stagioni fredde e buie come l’inverno, forse riuscirete a passare del tempo all’aria aperta solamente nel weekend. Ma invece come già detto più volte, stare all’aria aperta e camminare in mezzo alla natura, ha molteplici benefici. Quindi perché non farlo anche in inverno. A volte quello che ci serve è proprio una bella camminata per distenderci e schiarire i pensieri. Sentire l’aria fredda sul nostro viso ci fa sentire vivi.