Mindfulness

Sai riconoscere le tue Emozioni?

Gli esseri umani sono un insieme di percezioni, emozioni e pensieri. 

La mente è padrona del pensiero razionale, ma anch’essa si lascia influenzare dalle emozioni.
Il termine “Emozione” significa movimento, impulso, ciò che mi muove verso. L’emozioni sono esperienze soggettive che nascono dal nostro modo di percepire la realtà. Non sono il risultato di un ragionamento complesso.

Come si dividono l’emozioni?

L’emozioni si dividono in primarie e secondarie; le seconde sono più complesse poiché dipendono da un grado di introspezione maggiore. Tra le emozioni primarie troviamo: gioia, tristezza, paura, disgusto, interesse e rabbia; mentre in quelle secondarie troviamo vergogna, invidia, colpa, orgoglio, rimpianto e tante altre. Non possiamo negarle, ma possiamo imparare ad accettarle ed usarle nel modo giusto per il nostro benessere.

L’emozioni più comuni nell’essere umano sono: rabbia, tristezza, felicità, paura le quali scatenano le sensazioni corporee più forti. Come sappiamo le diverse emozioni ci influenzano nelle scelte quotidiane. Vediamo il mondo in base alle nostre emozioni, possiamo ad esempio interpretare la stessa situazione in due modi diversi a seconda del nostro stato d’animo.

Siamo ragione e sentimento, due dimensioni che agiscono sempre insieme. Se queste due forze non sono d’accordo, ci obbligano a fare una scelta; possiamo seguire il nostro cuore oppure in modo più razionale fare l’elenco dei pro e dei contro e decidere se scegliere di seguire l’istinto oppure no.

Quasi sempre le emozioni vincono sulla ragione; questo perché abbiamo bisogno di più esperienza e di più tempo per elaborare in modo razionale le informazioni. La ragione ci aiuta a delineare le nostre emozioni per usarle in modo migliore.

Quante volte vi sarà capitato di arrabbiarvi per una persona che ha fatto ritardo o perché il negozio che cercavate era chiuso?

In realtà non sono cose così importanti, eppure ci arrabbiamo e non capiamo il perché. Questo accade perché l’origine dell’emozioni fa parte di un’area di noi stessi che spesso non conosciamo, un’area più profonda.

Avremo raggiunto un punto di equilibrio solo quando, saremo in grado di prestare attenzione a quello che sentiamo, per poi canalizzarlo in modo favorevole. Questo significa che se siamo arrabbiati, la cosa migliore è riconoscere la rabbia, esplorarla e trasformarla in un punto di forza a nostro favore. Tutti proviamo le stesse emozioni, quello che cambia è il modo in cui le esprimiamo.

Le emozioni possono andare a influenzare positivamente oppure negativamente la nostra salute.

Il nostro corpo ci comunica che qualcosa non va e che dovremmo prestare più attenzione.  Siamo quello che pensiamo. Se continuiamo a criticarci, a pensare a ciò che ci preoccupa o solo alle cose negative, avremo una maggior propensione a sviluppare stati d’animo come ansia, rabbia, tristezza e senso di colpa.

Se invece riusciamo ad occupare la nostra mente con pensieri e sensazioni positive, riusciremo a sviluppare maggior autostima e ottimismo. Ciò vuol dire che possiamo scegliere a cosa dare attenzione e che siamo in grado di modificare i nostri pensieri. Bisogna imparare ad assorbire il buono anche dalle situazioni più spiacevoli. Nei momenti più difficili può tornarci utile pensare alle situazioni in cui ci siamo sentiti felici e forti. In questo modo, ci sentiremo meglio perchè saremo consapevoli di quello che abbiamo vissuto e da questa sensazione possiamo ripartire.

Cosa possiamo fare per evitare che le emozioni incidano in modo negativo sulla nostra salute?

  • Che emozione stiamo provando? Riconoscere le emozioni è un punto fondamentale.
  • Poi ascoltiamo il nostro corpo: cosa sentiamo? I sintomi hanno a che fare con le cose che non riusciamo ad esprimere.
  • Perché proviamo tutto questo? Che cosa è successo nella nostra vita?

Queste domande posso esserci molto utili; una volta raccolte tutte queste informazioni, dobbiamo cercare di trovare una soluzione.

Alcuni consigli utili:

  • Imparare a controllare le proprie emozioni con la respirazione: quando ti ritrovi in difficoltà, respira.
  • Esprimete le vostre emozioni: non tenetevi le cose dentro, se non riuscite a farlo a voce, scrivetele su di un foglio.
  • Riempite le vostre giornate di emozioni positive, di piccoli dettagli. Imparate a sorridere e a ridere di più: le risate ci liberano il corpo dalle energie negative.
  • Prendetevi i vostri tempi: essere sempre sul pezzo può essere estenuante, pianificate le cose in base alle vostre energie.

Il film Inside Out si è rivelato un successo per grandi e piccini grazie alla ricostruzione dettagliata della mente umana e dei meccanismi che sono coinvolti. Il film porta a riflettere sull’importanza di provare ogni emozione, dalla rabbia alla gioia, per poter essere davvero completi.